from Club ’74.

 “I diversi.”

L’intervista a Mario Perrotta, attore che da tempo attraversa temi classici e contemporanei con una costante attenzione alla fragilità umana, agli ultimi, racconta la genesi di ‘Un bès’, spettacolo sulla figura di Antonio Ligabue, aprendo alla questione del rapporto tra normalità e diversità. Tra appartenenza ed esclusione.

Altre figure hanno conosciuto l’esilio dell’ospedale psichiatrico, il confino e la negazione della dignità. Il poeta Dino Campana, a esempio e vicino a noi Alda Merini. Come scrive Eugenio Borgna, ‘ogni discorso interiore – ogni mono – logo ha un senso nella misura in cui sia dia – logo’ e il dialogo siamo chiamati tutti a tentarlo, anche quando sembra difficile se non impossibile.

Non c’è peggiore diversità che quella di non contemplarne l’esistenza, rinunciando al senso delle cose e della vita.

Ringraziamo il gruppo redazionale del ‘Club ‘74’, per la concessione.

 

   Massimo Daviddi

 

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Iscriviti alla newsletter ACP

Per restare sempre aggiornato su eventi e news di controcultura.
Non ami lo spam? Tranquillo, neanche noi!

Grazie per la tua iscrizione, riceverai presto notizie.