L’ACP cresce con voi

L’Associazione Cultura Popolare, costituita nel 1976, affronta in maniera interdisciplinare i temi della cultura, del benessere&salute, del sociale, dell’educazione e della cittadinanza.
Il rinnovo della tessera ACPbalerna2019 è indispensabile per noi e per voi!

Solo pochi anni fa molte persone di sinistra erano entusiaste delle possibilità offerte dai social media: Facebook e altre piattaforme sembravano essere perfetti strumenti di networking per la mobilitazione dal basso.
La primavera araba, Occupy Wall-Street, gli indignati di Podemos in Spagna sembravano confermare che eravamo sulla strada giusta. I cyber-utopisti di sinistra avevano creduto che l’indignazione si fosse coalizzata in rete e che i media tradizionali non fossero più in grado di controllare la politica e che il nuovo spazio pubblico conquistato avesse liquidato i leader e permesso la creazione di social media generati dagli utenti.

La giornalista statunitense Angela Nagle, autrice nel 2017 del libro “Kill All Normies”, denuncia che questa rete in realtà è arrivata, ma non ha aiutato la sinistra, al contrario ha favorito la destra a prendere il potere.
Al più tardi dopo l’elezione di Donald Trump, tutti si mostrarono sbigottiti: come è potuto accadere? Nagle non era sorpresa: aveva osservato per lungo tempo le subculture di internet che risultavano strane e imbevute di contenute di scherno contro il politicamente corretto, che erano diventate in breve tempo un ambiente fertile per la destra. Questa nuova destra non ha più niente a che fare con i conservatori tradizionali, che facevano riferimento alla famiglia, alla chiesa e ad una morale sessuale rigida. La nuova destra online con redattori quali Milo Yiannopoulos del sito Breitbart unisce e difende posizioni a lungo impensabili quali una società cattolica, razzista e gay.
La destra agisce su piattaforme come “4chan”, con contenuti pornografici, di scherno con un gergo nerd, immagini violente con fantasie incestuose, razziste e misogine. Tutto è ironizzato. Chi interviene e inserisce contenuti non sembra consapevole dei motivi che lo spingono ad agire e se desidera essere preso sul serio dagli altri. Sono dei troll parlanti senza un’agenda politica che però sostengono e rinforzano gli intellettuali della vecchia destra vicina a Trump. Questo nuovo movimento di destra utilizza codici che in precedenza erano associati alle contro-culture sorte dopo il ‘68: per una cultura nonconformista, auto rappresentativa e trasgressiva.
Nagle chiede una politica di sinistra che metta al centro le idee e non la lotta per difesa dell’identità. Un confronto sugli argomenti piuttosto che di chi è la vittima più grande. I movimenti politici di base, ieri come oggi, devono cercare e formare alleanze invece di lacerarsi in gruppi sempre più piccoli.

La mobilitazione femminista degli ultimi due anni – non solo negli Stati Uniti e in Europa – è un elemento di grande speranza. Pensiamo alla recente manifestazione unitaria a Berna.

Le trasformazioni politiche e sociali hanno cambiato anche il profilo delle associazioni attive sul territorio e nella società civile.
Impegnata in molteplici attività, l’ACP di Balerna favorisce la diffusione della cultura, della cultura democratica, della solidarietà sociale e internazionale. In oltre 40 anni di esistenza, l’ACP non ha mai smesso di creare ponti tra culture diverse, di tessere legami tra cittadini e comunità plurali, di percorrere nuovi orizzonti, di creare occasioni di incontro e di affacciarsi sul mondo e sui mondi senza pregiudizi.

E’ sempre stato nello spirito dell’ACP anche il bisogno di rinnovarsi, prestando attenzione ai tanti segnali che arrivano alla nostra associazione. Ed è quello che cercheremo di fare anche l’anno prossimo senza tuttavia tradire i nostri ideali, la nostra ragione di essere: fare cultura vicino al territorio, essere soggetto attivo nella società, raccontare le cittadinanze, promuovere la partecipazione.

Naturalmente per crescere abbiamo bisogno di voi tutti: vecchi e nuovi soci.

Abbiamo bisogno di voi perché l’avventura inizia ogni anno. Ed insieme a voi desideriamo scriverla, arricchendola con le parole di tutti.

Vi invitiamo a sostenere la nostra Associazione attraverso l’adesione ma soprattutto con la partecipazione e il coinvolgimento nel confronto costruttivo.

La rete della solidarietà e di resistenza deve essere rafforzata e per farlo abbiamo bisogno del contributo di tutti.

Per cominciare vi chiediamo gentilmente di aderire o di rinnovare la tessera 2019 tramite il versamento della quota sociale (soci CHF 100.- soci simpatizzanti CHF 40.–) sul conto:

ccp n. 69-3313-9
IBAN CH69 0900 0000 6900 3313 9.

Grazie e a presto!
il Comitato